Dalla Lombardia

29

mar

2017

Cyber risk in sanità

Primo convegno nazionale

Mercoledì 12 aprile si svolgerà il primo convegno nazionale "Cyber risk in sanità" presso la Sala Testori di Palazzo Lombardia in collaborazione con Regione Lombardia. L'evento ha lo scopo di invitare a riflettere sui profili informatici, legali, etici e deontologici della rilevazione e diffusione dei dati sanitari individuali. Si apre dunque la sfida sull'affidabilità, l'integrità, la disponibilità e la sicurezza dei dati sanitari, oggetto di transazioni economiche e "hackeraggio", e delle infrastrutture complesse che li gestiscono.

22

mar

2017

Importazione ed esportazione del sangue umano e dei suoi prodotti

Con la circolare n. 10283 del 22 marzo la Direzione Generale del Welfare ha recepito il Decreto Ministeriale del 2 dicembre 2016 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio 2017), che regola l'importazione e l'esportazione del sangue umano e dei suoi prodotti e la lavorazione del plasma per conto terzi affidata da committenti esteri. Inoltre vengono date disposizioni sull'importazione e sull'esportazione del plasma e dei relativi prodotti intermedi provenienti da centri di raccolta e produzione di Paesi terzi, per la produzione di medicinai emoderivati da commercializzare al di fuori dell'Unione Europea.

20

mar

2017

Prevenzione di attacchi informatici in sanità

Accordo tra Direzione Generale Welfare e Polizia di Stato

Con delibera n. 6354 del 20 marzo 2017 la Giunta di Regione Lombardia ha approvato il Protocollo di collaborazione tra la Direzione Generale del Welfare e la Polizia di Stato - Compartimento polizia postale e delle telecomunicazioni, per prevenire gli attacchi informatici a protezione di tutte le strutture pubbliche e private (inclusi i medici di base e i pediatri) a tutela della continuità delle prestazioni sanitarie e per la sicurezza dei dati sensibili dei cittadini. Il protocollo prevede un primo step in cui verranno coivolte le strutture pubbliche (Ats, Asst e Irccs), successivamente verrà esteso anche alle strutture sanitarie private, ai medici di base, ai pediatri e alle farmacie operanti nel territorio regionale.



12345678910Ultimo

Nazionale

19

ott

2017

La salute degli italiani

Lectio magistralis del Presidente Istat Giorgio Alleva

La nuova mappa dei bisogni sanitari tracciata secondo la rivisitata classificazione demografica Istat dei gruppi sociali, tra disuguaglianze emergenti e trasformazioni epocali nella composizione e nella struttura della popolazione italiana. La Lectio Magistralis del Presidente dell’Istat Giorgio Alleva, organizzata da Federsanità Anci presso il Piccolo Auditorium Aldo Moro a Roma, ha costituito l’occasione per un confronto sul tema della salute e sulle implicazioni che le nuove disuguaglianze sociali ed il progressivo invecchiamento della società stanno determinando all’interno del nostro sistema di welfare. Un sistema la cui sostenibilità è messa seriamente a rischio dalle ultime stime DEF che vedono la curva Spesa - PIL precipitare verso il 6,3% del 2020, in netta controtendenza rispetto ai dati su speranza di vita e stato di salute di una popolazione che si scopre sempre più anziana.

14

set

2017

Al privato la gestione degli ospedali pubblici disfunzionali

Intervista del Presidente nazionale Gabriele Pelissero pubblicata da Adnkronos Salute

Una proposta 'targata' sanità privata per una maggiore efficienza del sistema sanitario, destinata a far discutere. "Gli ospedali pubblici disfunzionali, che in un piano triennale le Regioni non riescono a risanare, siano affidati al privato per il rilancio". Lo afferma all'Adnkronos Salute Gabriele Pelissero che sottolinea: "Questa è la proposta di Aiop. Una proposta che richiede un confronto, certo. Ma la politica scelga chi eroga prestazioni a un prezzo più basso, salvaguardando la qualità". La costellazione delle aziende associate lungo la Penisola sta crescendo. "Registriamo con grandissima soddisfazione ogni mese 3-4 nuovi iscritti", spiega Pelissero, ricordando che oggi l'Aiop riunisce più di 500 strutture, "più del 90% del privato in Italia, con l'eccezione degli ospedali dipendenti da ordini religiosi". Non sono poche le sfide che la sanità italiana si trova ad affrontare in questi anni.

30

ago

2017

Sostenibilità e opportunità nel settore della salute

Firenze 29-30 settembre 2017

La Sanità risponde alle leggi di un mercato attorno al quale ruotano gli interessi di numerosi protagonisti: politica (Stato, Regioni e Province Autonome), aziende sanitarie pubbliche e private, manager, professionisti sanitari e cittadini, ma anche università, società scientifiche, ordini e collegi professionali, sindacati, associazioni di pazienti, industria farmaceutica e biomedicale, mutue e assicurazioni, etc. Inoltre, il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è caratterizzato da complessità, incertezze, asimmetrie informative, conflitti di interesse, corruzione, estrema variabilità delle decisioni cliniche, manageriali e politiche. L’inestricabile combinazione di questi fattori permette a ciascuno degli attori un livello di opportunismo tale da rendere il sistema poco controllabile. Di conseguenza, per salvaguardare un SSN equo e universalistico è indispensabile riallineare gli obiettivi divergenti e spesso conflittuali dei diversi stakeholder, rimettendo al centro l’obiettivo assegnato al SSN dalla legge 833/78 che lo ha istituito, ovvero «promuovere, mantenere, e recuperare la salute fisica e psichica di tutta la popolazione».

26

lug

2017

Verso il rinnovo dei CCNL AIOP

Negli ultimi giorni, importanti novità hanno riguardato il rinnovo del CCNL AIOP, di cui da ottobre 2016 sono stati aperti i tavoli delle trattative con le relative OO.SS. Anzitutto, la riunificazione della parte datoriale, dopo più di 10 anni, da parte di AIOP e di ARIS. Questa novità ha accelerato la dinamica dei rapporti sindacali. Ne abbiamo parlato con il capo della delegazione storica, Emmanuel Miraglia.

20

lug

2017

Io candidata alla presidenza della Regione Siciliana? No grazie, scelgo la sanità

Intervista al Vice Presidente Aiop, Barbara Cittadini

Barbara Cittadini ha deciso di resistere al fascino della politica e ha rifiutato, seppur dicendosi lusingata, la proposta di candidarsi a Presidente della Regione siciliana alla prossima tornata elettorale di novembre. Ha preferito restare al servizio dell’assistenza e delle cure ai siciliani, per dare un contributo concreto al miglioramento del sistema Salute.
RSS
12345678910Ultimo