Dalla Lombardia

19

set

2017

Presidi per le nuove malattie rare esenti

Integrazione disposizioni attuative nuovi LEA

La Delibera di Giunta Regionale n. 7063 dell’11 settembre 2017 approva i criteri per individuare i presidi per le nuove malattie rare esenti previste dal DPCM del 12 gennaio 2017 sui Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Le certificazioni ai fini dell’esenzione per tali malattie potranno essere rilasciate dagli specialisti dei presidi della rete regionale malattie rare dal 15 settembre 2017.

1

set

2017

Presa in carico paziente cronico e/o fragile

Ulteriori disposizioni

Ad integrazione della d.g.r. n. 6551/2017, il 3 agosto 2017 la Giunta di Regione Lombardia ha approvato la delibera n. 7038 che illustra ulteriori indicazioni operative per la procedura di valutazione della idoneità dei gestori, co-gestori e degli erogatori da parte delle ATS di competenza territoriale in merito alla presa in carico del paziente cronico e/o fragile. L’idoneità viene attribuita in caso risulti sufficiente e adeguata la valutazione dell’assetto accreditato delle strutture in riferimento alle prestazioni ed alle corrispondenti branche specialistiche per le attività di laboratorio analisi e delle restanti prestazioni di specialistica ambulatoriale.

19

lug

2017

Prime disposizioni attuative L.E.A.

Livelli Essenziali di Assistenza

La Giunta di Regione Lombardia il 30 giugno 2017 ha approvato la Delibera n. 6800 con le prime disposizioni attuative del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2017 relativamente alla definizione e all’aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Negli allegati A e B sono elencate rispettivamente le malattie croniche e invalidanti e le malattie rare per cui è previsto il diritto all’esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie in riferimento ad esse.
12345678910Ultimo

Nazionale

18

mag

2017

Da Praga a Palermo

Giornate assembleari 25-27 maggio 2017

Siamo ormai alle porte dell’Assemblea generale di Palermo del prossimo 25-27 maggio e molto ricca sarà la giornata di venerdì 26 maggio dedicata ai Convegni.

Per interrogarsi approfonditamente sulla reale applicabilità del D.M. 70, alle ore 9:30 si svolgerà il Convegno “Attuazione del DM 70. Esperienze regionali a confronto”. Oltre ad alcuni componenti del Comitato esecutivo Aiop, interverrà al dibattito l’Assessore alla Salute della Regione Sicilia, Baldassare Gucciardi, il Direttore generale dell'Azienda ospedaliera di Padova, Luciano Flor e il Sottosegretario di Stato del Ministero della Salute, Davide Faraone.

4

mag

2017

Confindustria scende in campo a fianco di Aiop

Chiesto il rinvio del tariffario per la specialistica ambulatoriale

In merito alla proposta del nuovo tariffario per la specialistica ambulatoriale presentata dal Ministero della Salute lo scorso 31 marzo, Confidustria, Anisap, Aris e Aiop si sono rivolti al Ministro Lorenzin, per chiedere di attendere il completamento degli studi, evitando un provvedimento che potrebbe essere pregiudiziale per molti erogatori e soprattutto privo di quelle basi oggettive che ne giustificano l'approvazione.

20

apr

2017

Legge Gelli. Le strutture private aspettano alcuni elementi "chiave"

Intervista del Presidente Pelissero a AdnKronos Salute

Una norma salutata con entusiasmo dai medici italiani e da quanti puntano a "prevenire il contenzioso opportunistico. Ora siamo in attesa di una serie di elementi chiave, previsti dalla legge: a partire dall'elenco delle 'buone pratiche' cui le strutture sanitarie debbono attenersi, fino al tabellare nazionale del risarcimento, che abbia caratteristiche di equità". A illustrare all'AdnKronos Salute la posizione delle aziende della sanità privata rispetto alle novità previste dalla legge Gelli è Gabriele Pelissero, presidente dell'Associazione italiana ospedalità privata (Aiop).

13

apr

2017

Parlare di sanità integrativa può far bene al Ssn?

Il dibattito in corso sulla politica sanitaria

Il tema dell’assistenza sanitaria integrativa inizia a diventare particolarmente importante nel dibattito politico-culturale attuale. Da una parte, i segni di affanno del SSN – che appunto ha continuamente all’ordine del giorno il problema della sua sostenibilità –, dall’altro il dato italiano di una spesa sanitaria privata di circa 35 miliardi di euro, di cui solo una piccola parte intermediata da soggetti assicuratori. Sono tutti elementi che mettono sul tavolo l’esigenza di affrontare forme parallele di copertura sanitaria per il nostro Paese.

30

mar

2017

Risolta la questione dei medici della sanità pubblica in pensione

La risposta del sottosegretario Davide Faraone

L’intesa delle Regioni e PP.Aut. del 29 settembre 2016 aveva destato non poche preoccupazioni, poiché, quasi a chiosa di un accordo riguardante la regolazione dei flussi finanziari connessi alla mobilità degli assistiti tra le Regioni per gli anni 2014 - 2015, si affrontava il tema dell’occupazione dei medici pubblici in quiescenza nel settore privato: “Impegno comune delle Regioni deve essere quello di affrontare il tema dei professionisti collocati a riposo e che nel pubblico non possono più esercitare l’attività e che hanno trovato ampio spazio nel settore privato, anche accreditato, le cui prestazioni restano comunque a carico del settore pubblico.
RSS
12345678910Ultimo