Dalla Lombardia

19

set

2017

Presidi per le nuove malattie rare esenti

Integrazione disposizioni attuative nuovi LEA

La Delibera di Giunta Regionale n. 7063 dell’11 settembre 2017 approva i criteri per individuare i presidi per le nuove malattie rare esenti previste dal DPCM del 12 gennaio 2017 sui Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Le certificazioni ai fini dell’esenzione per tali malattie potranno essere rilasciate dagli specialisti dei presidi della rete regionale malattie rare dal 15 settembre 2017.

1

set

2017

Presa in carico paziente cronico e/o fragile

Ulteriori disposizioni

Ad integrazione della d.g.r. n. 6551/2017, il 3 agosto 2017 la Giunta di Regione Lombardia ha approvato la delibera n. 7038 che illustra ulteriori indicazioni operative per la procedura di valutazione della idoneità dei gestori, co-gestori e degli erogatori da parte delle ATS di competenza territoriale in merito alla presa in carico del paziente cronico e/o fragile. L’idoneità viene attribuita in caso risulti sufficiente e adeguata la valutazione dell’assetto accreditato delle strutture in riferimento alle prestazioni ed alle corrispondenti branche specialistiche per le attività di laboratorio analisi e delle restanti prestazioni di specialistica ambulatoriale.

19

lug

2017

Prime disposizioni attuative L.E.A.

Livelli Essenziali di Assistenza

La Giunta di Regione Lombardia il 30 giugno 2017 ha approvato la Delibera n. 6800 con le prime disposizioni attuative del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2017 relativamente alla definizione e all’aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Negli allegati A e B sono elencate rispettivamente le malattie croniche e invalidanti e le malattie rare per cui è previsto il diritto all’esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie in riferimento ad esse.
12345678910Ultimo

Nazionale

23

mar

2017

Autonomia dei medici riuniti in associazione

Gli effetti sugli indici di subordinazione

Con la sentenza del 22 marzo 2017 la Corte torna a pronunciarsi sui requisiti del rapporto libero-professionale, affrontando il caso di un medico di guardia ginecologica che rivendicava nei confronti di una clinica romana il rapporto di lavoro subordinato sul presupposto che la guardia medica fosse stata diretta dal direttore sanitario e daicoordinatori dipendenti della Casa di cura, che la prestazione fosse stata continuativa, il compenso fisso, con pieno inserimento nell’organizzazione aziendale.

16

mar

2017

Il turismo sanitario. Nuova frontiera per l'ospedalità privata italiana

Intervista ad Ettore Sansavini

Esiste un impianto normativo a livello europeo che trovi una reale rispondenza in concreti flussi di pazienti in area Schengen ed extra-Schengen?
L’impianto normativo esiste ed è la premessa di qualsiasi ragionamento, sicuramente. Tuttavia, l’articolazione della mobilità attiva a livello internazionale nei modelli sanitari UE così come è stata definita dal DM Salute 31 dicembre 2007 consente di rilevarne una portata, al momento, modesta dal punto di vista fattuale. La materia è ben trattata nei suoi aspetti generali nella pubblicazione “Mobilità Sanitaria” dell’Agenas .

10

mar

2017

Il ddl Gelli definitivamente approvato

Fra (poche) luci e (molte) ombre

La definitiva approvazione del Ddl Gelli pone la parola fine (ma non conclude) una vicenda che ha ormai molti anni alle spalle. L’idea di fondo, sviluppata con grande riservatezza in ambito governativo, affiora in una prima proposta nella seconda metà del 2015, con la dichiarata ambizione di affrontare in modo organico il problema del grande, e crescente, contenzioso penale e civile che minaccia di soffocare la sanità con un crescendo di spese e di accuse che sembra inarrestabile.

2

mar

2017

La clinica Candela di Palermo compie 110 anni

Sabato 25 febbraio 2017, per i 110 anni della fondazione della clinica Candela di Palermo, è stato presentato, nella splendida cornice di Villa Bordonaro, un elegante volume, nel quale è ricostruita la storia della clinica privata più antica d'Italia. Nel corso di una cerimonia, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il Ministro della salute Beatrice Lorenzin, il Ministro degli Esteri Angelino Alfano, il Presidente della Regione Rosario Crocetta, l'Assessore regionale....

23

feb

2017

La sanità a spese degli imprenditori

Il mancato rimborso dei servizi di Pronto soccorso. La segnalazione dell’Aiop all’Antitrust

Negli ultimi anni alcune delle strutture Aiop inserite nelle reti ospedaliere pubbliche di emergenza, che forniscono servizi di pronto soccorso e ricoveri d’urgenza, si sono trovate a dover gestire un’ulteriore iniquità derivante dalla riduzione delle risorse destinate alla remunerazione dell’offerta sanitaria privata. Nonostante la completa equiparazione con gli erogatori pubblici nell’esercizio di tali funzioni, le Regioni nei fatti negano ai privati il rimborso dei servizi di pronto soccorso, ritenendoli compresi nel budget contrattualizzato annualmente per le prestazioni rese in normale regime di elezione. 
RSS
12345678910Ultimo